• Condividi
Nelle notti fra il 10 e il 14 agosto si rinnova l’appuntamento annuale con le meteore Perseidi comunemente chiamate stelle cadenti o Lacrime di San Lorenzo.

Come tutti sanno, le stelle cadenti in realtà sono uno sciame meteorico, in particolare quello delle Persidi, causate dai rimasugli del passaggio della cometa Swift-Tuttle. La maggior parte dei frammenti sono visibili quando sono a circa 97 chilometri dal suolo.

L’intensità delle meteore inizierà a salire ad inizio agosto per poi raggiungere il picco di massima visibilità nella notti fra il 10 e il 14 agosto, quando sarà possibile osservare fino a 50 e più meteore l’ora.

Per osservare le stelle cadenti non hai bisogno di un equipaggiamento speciale e non è indispensabile saper riconoscere le costellazioni bensì adottare alcuni accorgimenti essenziali, ma se desideri essere accompagnato alla scoperta di questo mondo fantastico giovedì 10 agosto all’Oasi Zegna si tiene la tradizionale “Caccia alle Stelleuna serata speciale dedicata all’osservazione della volta celeste in compagnia di un esperto d’eccezione. Online tutti i dettagli

1.Trova
rsi un luogo buio

Un cielo buio e un’ampia visuale sono l’ideale per osservare le stelle cadenti e goderti pienamente lo spettacolo.

2. Concediti un po’ di tempo
Sembrerà scontato dirlo ma non bisogna avere fretta! Gli occhi impiegano sino a 20 minuti per adattarsi al buio e questo permette di vedere molte più stelle e meteore.

3. Non guardare in un posto solo (e soprattutto non lo smartphone) 

Meglio lasciare correre gli occhi, senza fissarsi su alcuna zona specifica della volta celeste (ma è sempre meglio orientarsi verso nord est, dalla cui direzione arrivano le meteore.

4. Per gli amanti della fotografia

Per chi vuole scattare foto, il consiglio è di utilizzare un cavalletto e un ISO molto alto, con apertura massima e breve esposizione. Per chi ha un intervallometro, è bene impostarlo su scatti continui e sperare di essere molto fortunati. Sebbene non sia requisito essenziale riconoscere le costellazioni è molto utile cercare e trovare il cosiddetto “Radiante“, il punto dal quale provengono e si irradiano le meteore. Il Radiante delle meteore Perseidi è la Costellazione di Perseo che si può individuare a Nord – Est. Si troverà proprio sotto Cassiopea una costellazione a forma di “W” o di “M” rovesciata.    


Vuoi saperne di più?