• Condividi
Sabato 22 e domenica 23 luglio Marco Nieri, esperto di bioenergetica, guida alla scoperta delle potenzialità dei boschi dell’Oasi Zegna. E, a settembre, inaugura un giardino bioenergetico per i malati di Alzheimer a Villa Boffo, Biella.  

Immergersi nei boschi tra faggi, abeti e betulle mentre in città si susseguono giornate afose è, probabilmente, una delle esperienze più rigeneranti dell'estate.   Sensazioni fisiche, benessere per il corpo e per la psiche, ci vengono offerte da una pratica da tempo diffusa e studiata in Giappone (paese riconosciuto per lo scintoismo che fa della natura il suo regno spirituale) e recentemente importata anche qui in Italia e ribattezzata Bagno di Foresta o “Forest bathing”.  

Marco Nieri,
massimo esperto di questa disciplina in Italia (ha di recente pubblicato insieme a Marco Mengagli un libro edito da Sperling & Kupfer "La terapia segreta degli alberi”) ha individuato nell'Oasi Zegna il luogo d'elezione per questo tipo di attività. Qui ha realizzato appositi percorsi ad essa dedicati, dove propone sabato 22 e domenica 23 luglio un seminario esperienziale di Forest Bathing aperto a tutti.
Online tutti i dettagli, a disposizione ancora pochi posti!

Nieri, insieme a Marco Mengagli, ha pazientemente monitorato le faggete della Valsessera, area incontaminata dell'Oasi Zegna, rilevando che le masse fogliari di questi alberi emettono una grande quantità di monoterpeni, sostanze aromatiche volatili delle quali approfonditi studi scientifici giapponesi hanno dimostrato l’effetto terapeutico sul nostro organismo. Inalare profondamente anche solo per 3 ore queste sostanze nella faggeta stimola a lungo il nostro sistema immunitario, e in particolare l’attività dei linfociti NK responsabii del controllo dei virus e delle cellule tumorali, riducendo lo stress e migliorando la circolazione sanguigna. 

Il progetto nell’Oasi Zegna ha aperto la strada anche a nuovi percorsi psicoemozionali nel Biellese, come il Giardino bioenergetico che sarà inaugurato giovedì 28 settembre nel centro per malati di Alzheimer e altre forme neurodegenerative “Mente Locale” a Villa Boffo, Biella, realizzato in collaborazione tra Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e Aima Biella. Con la realizzazione degli itinerari di Forest Bathing nell’Oasi Zegna e del Giardino Bioenergetico per l’Alzheimer, il Biellese si colloca all’avanguardia per quanto riguarda la Forest therapy o Forest medicine in Italia, la nuova visione terapeutica che unisce psicologi, biologi, medici e operatori sanitari che riconoscono l’importanza della natura e degli spazi verdi per il benessere psicofisico.

Vuoi saperne di più?